...Una delle città più belle d'Italia. Addentrarsi nei luoghi del mito e della storia, gustare la miglior pizza. Meravigliarsi delle antiche città ritrovate di Pompei ed Ercolano. Immergersi nel verde di un parco e visitare una delle regge reali della napoli borbonica... Questo e altro nei miei itinerari...

CHI SONO


Questo blog nasce come diario in cui racconto le mie esperienze e le mie emozioni nello svolgere il mio lavoro di Guida Turistica della Regione Campania

Il blog per alcuni anni ha funzionato come web site per prommuovere tours & itinerari. Dal 2015 visitare Napoli torna ad essere un blog di attualità partenopea e cede il suo posto al più moderno Sito Web "DISCOVERING NAPOLI" (www.campaniaguidedtours.com ) dove potete trovare tutti i servizi per le vostre visite guidate , eseguite da guide turistiche abilitate e professionisti del turismo

venerdì 28 maggio 2010

LA GAIOLA,QUELL'ISOLOTTO CHE NON C'è..




Nel 1953 Anna maria  Ortese,scriveva la sua raccolta di novelle intitolate "Il mare non bagna Napoli"denunciando l'inefficenza e la "miopia" della classe politica del tempo.
In maniera diversa(ma poi non tanto) riprendo il titolo dell'autrice per commentare 1' articolo apparso ieri sul"Il Mattino" di Napoli in cui il comune intende porre un  cancello a chiusura della spiaggetta della Gaiola nelle ore notturne. Si apprende che e , dopo l’incendio appiccato la  notte precedente alla Grotta dei pescatori alla Gaiola, è stato deciso di delimitare l’accessibilità all’area durante le ore notturne ai soli privilegiati residenti del parco marino. Nel suddetto articolo si legge che è stata già disposta un’ordinanza sindacale atta a vietare il transito pedonale dei non residenti durante le ore notturne, e che sarà apposto un cancello sorvegliato da vigilanti e da telecamere.Ma per chi ancora non la conoscesse  vediamo prima cos'è questa"Gaiola":
Il Parco sommerso di Gaiola, che prende il nome dagli omonimi isolotti, siti nel golfo di Napoli, è una piccola area marina protetta di 42 ettari di mare, istituita congiuntamente dai Ministeri dell'Ambiente e dei Beni Culturali. L'area è incastonata nell'incantevole paesaggio costiero di Posillipo, a poca distanza dal centro della città di Napoli. La sua peculiarità è dovuta alla fusione tra elementi vulcanologici, archeologici e biologici. Sui fondali del Parco, infatti, è possibile osservare i resti di porti, ninfei e peschiere afferenti in gran parte alla Villa Imperiale di Pausilypon, appartenuta al liberto romano Publio Vedio Pollione (I secolo a.C), attualmente sommersi a causa del lento sprofondamento della crosta terrestre (bradisismo). Il Parco ha anche una notevole importanza biologica: l'estrema complessità geomorfologica dei suoi fondali e la continua vivificazione delle sue acque, garantita dal favorevole sistema di circolazione delle acque costiere, hanno permesso l'insediamento in pochi ettari di mare di numerose comunità biologiche marine tipiche del Mediterraneo.Questo è ciò che ci dice wikipedia.
Ora, premesso che è giustissimo preservare tale zona da vandali scellerati e criminali, magari attraverso l’impiego di vigilanti e telecamere,ribadisco però la necessità e il diritto dei cittadini che di giorno in giorno si vedono sottrarre sempre più vaste aree costiere, all’accessibilità al mare!è un paradosso, siamo una città dimare..senza mare!non possiamo usufruirne e le uniche zone balneabili ci vengono precluse.Mi riferisco quindi prima a Nisida, poi Trentaremi e ora infine alla Gaiola
Nel dire questo intendo ricordare ai nostri cari governanti comunali che in Italia esiste una legge che vieta la vendibilità delle aree costiere, e soprattutto, cosa che a noi ora interessa, che tale legge tutela il diritto ai cittadini di usufruire di una percentuale libera ben definita di spiaggia, ogni due lidi privati e che tale diritto non prevede alcuna limitazione riguardante le ore notturne.Con che diritto possono privarci del piacere di una passeggiatina sulla spiaggia al tramonto?Perchè ,è possibile rinfrescarsi di giorno e non poter alleviare nello stesso modo anche  la caluria notturna?Non è forse un controsenso? un'assurdità?
Anche noi siamo convinti che la sicurezza sia una priorità, ma, siamo sicuri che tutti questi divieti che di giorno in giorno ci vediamo piombare dal cielo siano davvero la cura, o che piuttosto non siano l’incubatrice di un malessere sotterraneo e diffuso, di un estraniare il cittadino dal suo territorio?

Forse potresti essere interessato anche a visita guidata al parco archeologico di pausilypon

giovedì 20 maggio 2010

MAGGIO DEI MONUMENTI

Dal 1 maggio al 5 giugno 2010, è in corso a Napoli, la rassegna culturale Maggio dei Monumenti 2010. Il Maggio dei Monumenti 2010 è intitolato al Ritorno al Barocco e, attraverso cinque fine settimana esplorerà diverse forme espressive. Si parte dalla Musica, il Teatro, la Danza, il Cinema e, infine, la Parola scritta. Sarà la musicista irlandese Sinead O'Connor ad inaugurare ufficialmente il Maggio dei Monumenti 2010, che si esibirà il 1 maggio al Teatro San Carlo di Napoli, introdotta da Enzo Moscato. Il primo week end della rassegna sarà dedicato alla musica, ripercorrendo quella grande stagione musicale barocca che rese Napoli capitale europea della musica. Nel secondo entrerà in scena il teatro, che a partire dall'eredità linguistica spagnola esplorerà il terreno comune tra la nostra città e la Spagna. Il terzo sarà riservato alla danza, che vedrà molti luoghi del centro storico di Napoli animarsi con vari balli, dal tango alla tammurriata. Nel quarto protagonista sarà la magia del cinema a celebrare le affinità tra la nostra città e la nazione di Almodovar, Luis Buñuel e tanti altri grandi maestri. Nel quinto sarà la parola scritta a rappresentare l'incontro tra le due culture, attraverso i racconti paralleli che uno scrittore napoletano e uno scrittore spagnolo faranno della città. Per l'occasione sono stati costruiti, in collaborazione con l'istituto Cervantes, 10 itinerari attraverso i quali sarà possibile incontrare e ammirare tutte le principali e più belle testimonianze dell'epoca spagnola che ancora oggi rendono la città palcoscenico di arte e manufatti di inestimabile bellezza. In ogni week end del mese di maggio saranno offerte visite guidate gratuite per due dei dieci itinerari. Dal 1 al 31 maggio 2010, presso Castel dell'Ovo, sarà allestita la mostra Espana Contemporanea. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del comune di Napoli.

Per quanto mi riguarda quest'anno ho partecipato al maggio dei monumenti con l'associazione culturale lab 06, della mia collega  Dott.ssa buzzo.
è stata una bella esperienza, che mi ha fatto tornare indietro ai bei tempi dell'università quando ero ancora studente e iniziai a partecipare a queste manifestazioni con le prime associazioni culturali che si andavano affermando in quei anni.
L'anno scorso infatti partecipai al "Maggio Regionale" con l'associazione Siti Reali  e quindi sono stato fuori città impegnato con l'apertura della reggia di Persano e quella di Carditello ma Napoli..napoli è sempre Napoli! ed  davvero un piacere lavorare in quell'intreccio  di cardini e decumani che tutti noi oggi chiamiamo centro antico..

domenica 16 maggio 2010

Napoli...That's Amore!

Salve a tuti vi scrivo in questo bruttissimo(dal punto di vista meteo ovviamente!)mese di maggio per segnalarvi una bellissima iniziativa dell'associazione aegee di napoli

L'evento fa parte della summer ma ciò che mi ha colpito è stata l'impostazione publicitaria, davvero carina!

Complimentoni quindi a mauro savastano, Giusy Farella Andrea e tutti gli altri!

qui di seguito vi incollo le parole dello spot!

a prestissimo!

That's Amore!

When you dance down the street
With a cloud at your feet, you're in love! ♫

AEGEE Napoli is proud to welcome you to the most beautiful city of South Italy where sun, sea, pizza and Love are the most important and famous ingredients!!!

Come here and discover by yourself the beauties of our city!
Imagine 11 days of fun, think about learning everything about Napoli and its ancient traditions, dream of sea and sun, feel the love and warmth of people... and only after have lived these experiences you will understand how a bad bias can spoil all this.

Lodging in a big dormitory of University Campus, you'll spend time for visiting the city and its most important monuments, for enjoying the Napoli sea and its famous islands, for sightseeing the wonderful Amalfi coast and the ancient wonders of Pompei; You will visit the wonderful Royal Palace of Caserta and its huge gardens, you will watch the sky of Napoli making excursions into the wild... you will discover all the secrets of the famous liqueur "Limoncello", meet participants of others associations, enjoy the nights in the best night clubs on the beach of Napoli and...

When you walk in a dream
But you know you're not dreamin', signore
Scusami, but you see
Back in old Napoli! ♫

That's Amore!

E dulcis in fundo il video dell'evento!

http://www.youtube.com/watch?v=mP4tfflCTwI