..Una delle città più belle d'Italia. Addentrarsi nei luoghi del mito e della storia, gustare la miglior pizza. Meravigliarsi delle antiche città ritrovate di Pompei ed Ercolano. Immergersi nel verde di un parco e visitare una delle regge reali della napoli borbonica.. Questo e altro nei miei itinerari..

CHI SONO


Questo blog nasce come diario in cui racconto le mie esperienze e le mie emozioni nello svolgere il mio lavoro di Guida Turistica della Regione Campania

Il blog per alcuni anni ha funzionato come web site per prommuovere tours & itinerari. Dal 2015 visitare Napoli torna ad essere un blog di attualità partenopea e cede il suo posto al più moderno Sito Web "DISCOVERING NAPOLI" (www.campaniaguidedtours.com ) dove potete trovare tutti i servizi per le vostre visite guidate , eseguite da guide turistiche abilitate e professionisti del turismo

mercoledì 10 febbraio 2016

LA REGGIA DI CASERTA : GLI ANTICHI FASTI E NUOVI RILANCI


 
La facciata esterna della Reggia di Caserta


Che patrimonio meraviglioso ha l' Italia, ricca di palazzi ducali, palazzi reali, ville e regge reali!

Non me ne vogliano però i miei connazionali se mi permetto di dire che la reggia  italiana per eccellenza è quella di Caserta!

La reggia infati nasce nel 1752 con le intenzioni di eguagliare se non superare in bellezza e dimensioni quella della sua controparte francese, la reggia di Versailles. Seppur le dimensioni originali non sono state poi più rispettate, la reggia risulta di sicuro più graziosa di quella francese.
Alberto Angela stessso, conduttore televisivo e divulgatore scentifico è tornato più volte per raccontarne la sua storia e bellezza ! (vedi il video cliccando qui


Una vera e propria miniera d'arte  dunque. Una miniera che però L'italia non ha saputo sfruttare e che ha vissuto fasi altenanti. 


Nel 2013 il Daily Telegraph, quotidiano di spicco inglese, muove profonde critiche nei confronti della reggia di Caserta. I giornalisti furono impietosi contro la nostra opera definendola :” L'esempio lamapante del fallimento del patrimonio culturale italiano”

Lo stesso anno lo storico dell'arte Philippe Daverio proprio a Caserta ebbe a dire” Sono qui alla reggia di Caserta perchè è da questo monumento unico al mondo ma spesso teatro di episodi di degrado che dobbiamo ripartire per valorizzare i tanti tesorid del sud Italia.”

Tuttavia ,come riporta anche il sito Vesuvio live, “In questi due anni la reggia voluta dai Borbone sembra aver trovato il suo equilibrio e la regalità del tempo al punto da portare il Daily Telegraph ad una clamorasa smentita. Il merito è di Nikole Lakenbrik che ha pubblicato una recensione
sulla sua ultima visita a palazzo durante il suo ultimo viaggio in Italia. Il nostro tour, scrive prevedeva la reggia di Caserta un bel palazzo raggiungibile in pochissimi minuti da Napoli in treno

Abbiamo trascorso mezza giornata ad esplorare il palazzo e i giardini . Anche in iverno siamo rimasti stupiti da questo grandissimo esempio di nobiltà italiana. ( Per visitare la reggia di Caserta clicca qui)

Philippe Daverio durante la manifestazione per il rilancio della reggia

Tuttavia " In questi due anni, però, la Reggia voluta da Carlo di Borbone sembra essere riuscita a trovare il suo equilibrio e la regalità di un tempo, al punto da portare il Daily Telegraph ad una clamorosa smentita. Il merito è di Nikole Lakenbrink che, per un concorso indetto dal quotidiano, ha pubblicato la recensione della sua visita al palazzo durante l’ultimo viaggio in Italia: Il nostro tour – si legge – includeva il Tunnel Borbonico. Un’altra gemma è la risposta italiana a Versailles: la Reggia di Caserta, un bel palazzo raggiungibile in pochissimo tempo da Napoli in treno. Abbiamo trascorso mezza giornata a esplorare il Palazzo e il grande giardino: anche in inverno siamo rimasti stupiti da questo bellissimo esempio di nobiltà italiana” (fonte Vesuvio live)

Uno stravolgimento di prospettiva che è stato confermato anche negli ultimi dati sull'affluenza al sito raccolti nel mese di Gennaio: i visitatori sono aumentati del 10% rispetto l'anno scorso.

Insomma si respira aria di rinascita !

Attualmente la reggia è diventato il secondo sito più visitato in Campania dopo Pompei 


Ciò non toglie però, come continua lo stesso quotidiano,che "lo sviluppo della reggia potrebbe essere coadiuvato da interventi come lo sviluppo di collegamenti più veloci tra Napoli e Caserta così come avviene tra Parigi e Versailles. Ci vogliono più intersity e meglio collegare i collegamenti tra la reggia e il resto d'Italia chiosa il direttore. Il suo sogno è il cambio di nome della stazione stessa di Caserta che deve essere chiamata "la reggia" creando così un brand che deve diventare motivo di orgoglio di tutta la cittadina campana

Non sono da meno altre idee come possibili collegamenti con navette tra capodichino e Caserta in modo da attirare e meglio agevolare il turismo straniero che viaggia in aereo.

Insomma la reggia di Caserta è davvero qualcosa di straordinario. Un sito che deve essere visto come orgoglio dell'architettura italiana e che non fare parte degli itinerari di chi visita Napoli e la Campania 

Fabio Comella. Guida turistica abilitata nella regione Campania

DISCOVERING NAPOLI 
Tour e visite guidate
www.campaniaguidedtours.com 

Nessun commento:

Posta un commento