..Una delle città più belle d'Italia. Addentrarsi nei luoghi del mito e della storia, gustare la miglior pizza. Meravigliarsi delle antiche città ritrovate di Pompei ed Ercolano. Immergersi nel verde di un parco e visitare una delle regge reali della napoli borbonica.. Questo e altro nei miei itinerari..

CHI SONO


Questo blog nasce come diario in cui racconto le mie esperienze e le mie emozioni nello svolgere il mio lavoro di Guida Turistica della Regione Campania

Il blog per alcuni anni ha funzionato come web site per prommuovere tours & itinerari. Dal 2015 visitare Napoli torna ad essere un blog di attualità partenopea e cede il suo posto al più moderno Sito Web "DISCOVERING NAPOLI" (www.campaniaguidedtours.com ) dove potete trovare tutti i servizi per le vostre visite guidate , eseguite da guide turistiche abilitate e professionisti del turismo

venerdì 7 gennaio 2011

BILANCIO DEL 2010: Tra crociere, crolli e beghe mediatiche

Buon Giorno, buon pomeriggio o buona sera!Ma in ogni caso benvenuti nel primo post dell'anno del mio blog! :D
Il 2011 è arrivato ed è giunto il momento di tirare le somme di una stagione dal punto di vista lavorativa e quindi turistica che si è rivelata estrema mente entusiasmante quanto varia e..complessa!

Se devo parlare dal punto di vista personale, sono felice! :-) L'anno appena trascorso mi ha dato una buona continuità , iniziata a marzo con le visite guidate per le scuole e continuata dopo sia soprattutto attraverso la postazione passando per qualche servizio privato e finendo con  qualche crociera. Insomma meglio non mi poteva andare! E allora son tutte rose e fiori?non proprio..

Se infatti la stagione turistica è iniziata bene fin da marzo e per tutta l'estate, i mesi successivi sono stati caratterizzati da 1 calo di affluenza verso i nostri siti abbastanza notevole dovuto essenzialmente a fattori diversi:
Il primo è sicuramente l'emergenza spazzatura a Napoli  tamponata per poco pià di un'anno e ripresentatasi nelle strade del capoluogo partenopeo
L'emergenza inizia nell'estate del 2008 e assume subito toni drammatici a causa sia dell'immobilismo dell'allora governo Prodi che dei continui roghi di rifiuti nelle strade .é allarme e panico per il rischio sanitario legato alla sempre citata e mai dimenticata colera, e la new entry dossina.

Come da promesse elettorali Il nuovo capo dell'attuale governo, Berlusconi, risolve con "la sua  bacchetta magica" lo scempio che per mesi ha martoriato la nostra città  ormai rimasta vuota di presenze e colma di disdette da parte dei turisti.
Il 2009 sarà caratterizzato dagli strascichi della crisi rifiuti del 2008.
Il 2010 come detto invece parte subito bene per poi spegnersi verso la fine di ottobre quando si ripresentano i rifiuti per le strade ed è di nuovo un fuggi fuggi!
Nel mese di novembre invece è Pompei ad assuggersi protagonista delle cronache mediatiche di tutto il mondo.Il giorno sei infatti crolla la "Schola armaturarum" situata lungo la via dell'abbondanza cui maggiori notizie le trovate su questo link: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201011articoli/60215girata.asp
La notizia resta nell'etere e continuerà a girare tra i media ancora per diverse settimane e da un lato comporterà a ragione e a torto la querelle politica tra opposizione e maggioranza e da altro lato uno spauracchio nel visitare gli scavi causa il pericolo crolli..
Dico a torto perchè a mio parere ciò che è successo a Pompei non è altro che l'esempio più eclatante di quel che versa il nostro patrimonio storico artistico degradato dalla mancanza di risorse e investimenti.
Inoltre come aggiunge il collega e amico G.Leone, nella fattispecie del suddetto crollo non sono  da esludersi gli interventi di ammodernamento che hanno subito le domus di "Giulio Polibio" e dei "Casti amanti" (cui offrono proiezioni virtuali)da parte di aziende private..Tali interventi infatti avrebbero decretato un'effetto groviera sui terrapieni.
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce/notizie/cronaca/2010/10-novembre-2010/ridate-pompei-archeologi-1804140850848.shtml
A ragione perchè sicuramente l'attuale governo penalizza con continui tagli destinati alla cultura il nostro patrimonio non tenendo conto che un paese, che hai il 70% dell'intero patrimonio storico artistico dovrebbe e potrebbe vivere tranquillamente solo di turismo!
Della stessa opinione è anche un'altro mio amico,Tsao Cevoli presidente dell'associazione nazionale degli archeologi il quale si augura che il governo presti attenzione più alle cose concrete e ordinarie che quelle straordinarie e spettacolari.
http://www.terranews.it/news/2010/12/nuovi-crolli-pompei-cosi-il-sito-sta-morendo

 Nell'ultimo giorno, o forse meglio dire notte, del 2010 dobbiamo registrare purtroppo un' altro crollo, quello del tetto della chiesa dei gerolomini, gia fu infruibile  per più di 20 anni ai napoletani.. e ora chiusa di nuovo a causa di lanci di razzi dai balconi.ma questo forse è un'altro discorso..imputabile solamente all'ignoranza di certi cittadini..
Il 2011? Io credo che con la collaborazione di tutti sarà sicuramente migliore di questo scorcio passato del 2010!

Nessun commento:

Posta un commento