..Una delle città più belle d'Italia. Addentrarsi nei luoghi del mito e della storia, gustare la miglior pizza. Meravigliarsi delle antiche città ritrovate di Pompei ed Ercolano. Immergersi nel verde di un parco e visitare una delle regge reali della napoli borbonica.. Questo e altro nei miei itinerari..

CHI SONO


Questo blog nasce come diario in cui racconto le mie esperienze e le mie emozioni nello svolgere il mio lavoro di Guida Turistica della Regione Campania

Il blog per alcuni anni ha funzionato come web site per prommuovere tours & itinerari. Dal 2015 visitare Napoli torna ad essere un blog di attualità partenopea e cede il suo posto al più moderno Sito Web "DISCOVERING NAPOLI" (www.campaniaguidedtours.com ) dove potete trovare tutti i servizi per le vostre visite guidate , eseguite da guide turistiche abilitate e professionisti del turismo

lunedì 31 gennaio 2011

LA REGGIA DI CARDITELLO.DUE ANNI DOPO...

Mi rende triste scivere questo post e mi fa anche rabbia a dir la verità..
Inaugurai questo blog nel 2009, prorpio parlando di Carditello e della sua apertura straordinaria durante il maggio regionale dei monumenti.http://fabiocomella.blogspot.com/2009/06/il-lavoro-nobilitail-real-sito-di.html
Allora collaboravo con l'associazione Siti Reali Onlus nella rivalutazione del sito e nella raccolta fondi per interventi di restauro.Ma evidentemente le cose non sono proseguite bene o qualcosa è andato storto!

La reggia nasce nel XVII° secolo come masseria per poi diventare dapprima real palazzina di caccia di Carlo III° di Borbone e poi una vera e propria reggia in cui oltre alle attività venatorie come la caccia si produceva dell'ottimo formaggio mozzarella,pane e quant'altro si possa produrre in una fattoria.
Con l'unità d'italia il sito passò in mano ai savoia che si adoperarono a trafugare e eliminare ogni ricordo della dinastia borbonica(emblematici sono parte degli affreschi staccati con le figure dei sovrani).Nel periodo bellico fu occupata dalle forze alleate fin quando non fu presa in gestione da un 'ente locale.
Gestione che per altro non ha dato i frutti sperati se si pensa che molti dei reperti e delle ricchezze sono state trafugati dalla reggia per far bella mostra nelle vile dei boss locali..
In questi ultimi due anni associazioni locali si sono adoperate per il rilancio del sito tramite eventi e raccolte fondi per i restauri "più urgenti" di cui il sito necessita.Purtroppo è notizia degli ultimi giorni la messa asta del sito in quanto l'ente che la teneva in affidamento grava di un debito di circa 50.000 000 di vecchie  lire verso il banco di Napoli.
Il problema è che essendo un'asta il sito potrebbe andare in mano a chiunque (compresa la malavita) e potrebbe perdere la sua funziona di sito storico artistico per esserne trasformato in qualcos'altro(anni fa si parlava di farne un'hotel)
Prima di lasciarvi alle foto dell'ennesimimo esempio di cattiva gestione dei nostri Beni Culturali, mi sorge una domanda e un dubbio..ma tutti i soldi raccolti per i restauri e la manutenzione che fine hanno fatto?a chi andranno se il sito fosse davvero acquistato da un privato??La risposta si sa..viaggerà su uno scaribarile..:-/














POSILLIPO E LA GROTTA DI SEIANO : IL PARCO ARCHEOLOGICO




Siete già stati a Napoli e volete vedere qualcosa di diverso? magari dopo avete voglia di farvi una paseggiate nel verde e perchè no se il clima lo consente di prendere un pò di sole in una delle più belle spiagge della città?
Allora sarò lieto di accompagnarvi in uno dei nuovi siti archeologi di recente apertura, la grotta di seiano a Posillipo.Una galleria di settecento settanta metri scavati nel sottosuolo. Antica di duemila anni  che ci condurrà all'interno del verde parco archeologico di Posillipo ove è ubicata la villa del patrizio romano Publio Vedio Pollione.

Ubicata in un paesaggio mozzafiato, la visita può essere abinata a un sigthseeing tour, ossia un giro panoramico della città con bus che termina nell'area archeologica dove inizierà la nostra visita a piedi.

Visite dal lunedì al Sabato

 Info & prenotazioni:
Dott. Fabio Comella,
EMAIL : fabiocomella@alice.it
TELEF. :   333/5605637333/5605637 

.




mercoledì 26 gennaio 2011

L'EREMO DEI CAMALDOLI DI NAPOLI




Quando nasce il nuovo ordine  camaldolese gli eremiti si insediano nei luoghi  più alti dove costruire i loro eremi Tali zone infatti prendono nome dall'ordine monastico chiamandosì così "Camaldoli"
L'eremo dei Camaldoli di napoli è una struttura cinquecentesca costruita su progetto dell'architetto Domenico Fontana ed è considerato uno  scrigno dell'arte barocca.
Da circa un anno propongo visite al monastero camaldolese, passeggiando dapprima in quel che fu un borgo medievale, nazareth, e  posando l’attenzione su ogni splendido dettaglio di un luogo da sempre votato alla meditazione e alla serenità, arrivando ad ammiraril tardo rinascimentale eremo e il bellissimo paesaggio che lo circonda.Per chi vuole poi si termina con un bel pranzetto in un ristorante convenzionato! ;-)

PS avete ancora voglia di continuare? non vi è bastato?beh allora è d'obbligo una bella passeggiatina al parco adiacente, immerso in un bosco di castagno!

Info e prenotazioni per visite guidate:
Dott. Fabio Comella.
Email: fabiocomella@alice.it
Tel.     333/5605.637

lunedì 24 gennaio 2011

I PINK FLOYD IN QUEL DI...POMPEI!

Tra le tante notizie che dò quando mi capita di lavorare a Pompei e che hanno un certo effetto sui turisti d'oltremanica ma anche d'oltreoceano è senz'altro il fatto che i pinkfloyd suonarono nel sito archeologico di pompei!

Si tratta di un concerto eseguito nell'anfiteatro,  in assenza del pubblico, con la sola presenza dello staff tecnico. Il video  girato dal registaAdrian Maben,  resta tuttora un passaggio memorabile della storia del rock, sia per l'esecuzione in uno spazio vuoto, sia per gli effetti audio-visivi utilizzati.

Inotre questo video rappresenta ormai un documento di come appariva l'edificio prima del parziale restauro.Enjoy your watch!

martedì 18 gennaio 2011

IL VULCANO VESUVIO

Tra le novità che mi piacerebbe introdurre nel mio blog in questo nuovo anno è la publicazione di qualche video.Vi ho gia detto infatti che la maggior parte verrano publicate sulla mia pagina facebook "visitare napoli"e riguardano per lo più la promozione del territorio.Qui invece vorrei inserire video diversi, magari meno famosi o più particolari come questo..Il vesuvio dal  79D.C. al 1944 ha eruttato 36 volte, ed eccovi qui una sequenza delle eruzioni durante i secoli ;-)

Fabio Comella guida turistica regione campania
DISCOVERING NAPOLI
Tours e visite guidate
www.campaniaguidedtours.com

venerdì 14 gennaio 2011

PASSEGGIATE TURISTICHE SU FACEBOOK

Per seguirmi anche su facebook vi ricordo la mia pagina chiamata "napoli passeggiate turistiche"


è qui infatti che di solito inserisco video, foto e curiosità della nostra bellissima regione! ;-)


mercoledì 12 gennaio 2011

PETIZIONE CONTRO LA GUIDA NAZIONALE

Purtroppo sembra che l'attuale governo non abbia ascoltato le nostre ragioni espresse durante la manifestazione di Firenze(vedi post di dicembre) ecco perchè chiediamo a voi tutti di firmare la seguente petizione:




http://www.firmiamo.it/no-alla-legge-per-l-istituzione-della-guida-nazionale "Firma anche tu contro l'istituzione della Guida Nazionale!!!"


                                     

venerdì 7 gennaio 2011

BILANCIO DEL 2010: Tra crociere, crolli e beghe mediatiche

Buon Giorno, buon pomeriggio o buona sera!Ma in ogni caso benvenuti nel primo post dell'anno del mio blog! :D
Il 2011 è arrivato ed è giunto il momento di tirare le somme di una stagione dal punto di vista lavorativa e quindi turistica che si è rivelata estrema mente entusiasmante quanto varia e..complessa!

Se devo parlare dal punto di vista personale, sono felice! :-) L'anno appena trascorso mi ha dato una buona continuità , iniziata a marzo con le visite guidate per le scuole e continuata dopo sia soprattutto attraverso la postazione passando per qualche servizio privato e finendo con  qualche crociera. Insomma meglio non mi poteva andare! E allora son tutte rose e fiori?non proprio..

Se infatti la stagione turistica è iniziata bene fin da marzo e per tutta l'estate, i mesi successivi sono stati caratterizzati da 1 calo di affluenza verso i nostri siti abbastanza notevole dovuto essenzialmente a fattori diversi:
Il primo è sicuramente l'emergenza spazzatura a Napoli  tamponata per poco pià di un'anno e ripresentatasi nelle strade del capoluogo partenopeo
L'emergenza inizia nell'estate del 2008 e assume subito toni drammatici a causa sia dell'immobilismo dell'allora governo Prodi che dei continui roghi di rifiuti nelle strade .é allarme e panico per il rischio sanitario legato alla sempre citata e mai dimenticata colera, e la new entry dossina.

Come da promesse elettorali Il nuovo capo dell'attuale governo, Berlusconi, risolve con "la sua  bacchetta magica" lo scempio che per mesi ha martoriato la nostra città  ormai rimasta vuota di presenze e colma di disdette da parte dei turisti.
Il 2009 sarà caratterizzato dagli strascichi della crisi rifiuti del 2008.
Il 2010 come detto invece parte subito bene per poi spegnersi verso la fine di ottobre quando si ripresentano i rifiuti per le strade ed è di nuovo un fuggi fuggi!
Nel mese di novembre invece è Pompei ad assuggersi protagonista delle cronache mediatiche di tutto il mondo.Il giorno sei infatti crolla la "Schola armaturarum" situata lungo la via dell'abbondanza cui maggiori notizie le trovate su questo link: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201011articoli/60215girata.asp
La notizia resta nell'etere e continuerà a girare tra i media ancora per diverse settimane e da un lato comporterà a ragione e a torto la querelle politica tra opposizione e maggioranza e da altro lato uno spauracchio nel visitare gli scavi causa il pericolo crolli..
Dico a torto perchè a mio parere ciò che è successo a Pompei non è altro che l'esempio più eclatante di quel che versa il nostro patrimonio storico artistico degradato dalla mancanza di risorse e investimenti.
Inoltre come aggiunge il collega e amico G.Leone, nella fattispecie del suddetto crollo non sono  da esludersi gli interventi di ammodernamento che hanno subito le domus di "Giulio Polibio" e dei "Casti amanti" (cui offrono proiezioni virtuali)da parte di aziende private..Tali interventi infatti avrebbero decretato un'effetto groviera sui terrapieni.
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce/notizie/cronaca/2010/10-novembre-2010/ridate-pompei-archeologi-1804140850848.shtml
A ragione perchè sicuramente l'attuale governo penalizza con continui tagli destinati alla cultura il nostro patrimonio non tenendo conto che un paese, che hai il 70% dell'intero patrimonio storico artistico dovrebbe e potrebbe vivere tranquillamente solo di turismo!
Della stessa opinione è anche un'altro mio amico,Tsao Cevoli presidente dell'associazione nazionale degli archeologi il quale si augura che il governo presti attenzione più alle cose concrete e ordinarie che quelle straordinarie e spettacolari.
http://www.terranews.it/news/2010/12/nuovi-crolli-pompei-cosi-il-sito-sta-morendo

 Nell'ultimo giorno, o forse meglio dire notte, del 2010 dobbiamo registrare purtroppo un' altro crollo, quello del tetto della chiesa dei gerolomini, gia fu infruibile  per più di 20 anni ai napoletani.. e ora chiusa di nuovo a causa di lanci di razzi dai balconi.ma questo forse è un'altro discorso..imputabile solamente all'ignoranza di certi cittadini..
Il 2011? Io credo che con la collaborazione di tutti sarà sicuramente migliore di questo scorcio passato del 2010!